DISABILITÀ, CITTADINANZATTIVA: NELLE SCUOLE MOLTI OSTACOLI E ACCESSIBILITÀ LIMITATA

Standard

Rapporto nazionale su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola. Lo studio denuncia che il 27% delle scuole ha scalini all’ingresso, l’ascensore è assente nel 35% degli edifici. Barriere architettoniche nel 19% dei laboratori, nel 18% delle palestre, nel 15% dei cortili, nel 13% delle aule. Nel 23% delle scuole, poi, non esistono bagni per persone disabili

“Nelle scuole italiane ci sono 207.244 studenti disabili”. È quanto emerge dall’XI Rapporto nazionale su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola, realizzato da Cittadinanzattiva e presentato oggi a Roma sulla base dei dati raccolti nel corso del monitoraggio civico di circa 160 scuole su tutte le regioni del Belpaese, ad esclusione di Valle D’Aosta e Liguria.
Per quel che riguarda l’accessibilità e servizi per gli studenti con disabilità, lo studio denuncia che il 64% delle scuole monitorate ha posti auto per disabili nel cortile o nel parcheggio interno. Il 27% ha invece scalini all’ingresso, l’ascensore e’ assente nel 35% degli edifici e non e’ funzionante nell’11% di quelli che ne sono dotati. E ancora barriere architettoniche nel 19% dei laboratori, nel 18% delle palestre, nel 15% dei cortili, nel 13% delle aule. Nel 23% delle scuole poi non esistono bagni per disabili, e il 15% di essi presenta barriere architettoniche.
Il 26% delle scuole, nella gran parte delle aule, non ha sufficiente spazio per la presenza di una carrozzina mentre il 44% delle aule non ha banchi adatti o adattabili per una persona in carrozzina. Nel 57% dei casi, non ci sono in aula attrezzature didattiche o tecnologiche per facilitare la partecipazione alle lezioni degli studenti con disabilità. Non ci sono tavoli o postazioni adatte ai disabili in carrozzina nel 28% dei laboratori, nel 18% delle biblioteche e nel 17% delle mense. In una scuola su 4 sarebbe, secondo quanto rilevato dall’approfondita analisi di Cittadinanzattiva, è un problema gestire l’evacuazione dall’edificio degli studenti con disabilità motoria in caso di emergenza, perché nel 24% non esistono percorsi sicuri e praticabili che non comportino l’uso dell’ascensore o del servoscala. A ciò si aggiunge, infine, che nel 27% degli edifici monitorati le piantine dei percorsi di evacuazione non sono visibili da persone in carrozzina.
(superabile.it)

di Giovanni Cupidi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...