SANTIAGO PER TUTTI. LA PRIMA GUIDA CHE APRE IL CAMMINO ANCHE ALLE PERSONE CON DISABILITÀ

Standard

Il Cammino di Santiago de Compostela ogni anno attira oltre 200 mila camminatori da tutto il mondo – di cui oltre 15 mila dall’Italia – ma per le persone portatrici di disabilità di vario tipo resta ancora proibitivo da percorrere. La guida  “Santiago per tutti”, nasce su iniziativa di Pietro Scidurlo, paraplegico dalla nascita, con  l’obiettivo di mappare il Cammino francese (il “classico” e più noto tra i percorsi verso Santiago), allo scopo di individuare tracciato e strutture adatte a chiunque.

“Santiago per tutti” (Terre di Mezzo) di Pietro Scidurlo e Luciano Callegari, sarà in libreria tra pochi giorni e potrà essere utilizzata da tutti i “viaggiatori lenti” per scelta o per necessità, disabili motori e sensoriali, ma anche famiglie con bambini piccoli, malati, dializzati, anziani, non vedenti, celiaci, diabetici e descriverà il cosiddetto Cammino Francese, il più noto percorso, che conduce da Saint Jean Pied de Port a Santiago e quindi a Finisterre. E’ la prima guida europea completa anche di tutte le informazioni necessarie alle persone con disabilità.

PIETRO SCIDURLO

Pietro Scidurlo ha percorso il Cammino di Santiago nel 2012 e nel 2013 in handbike, nella speranza che questa esperienza potesse aiutarlo a superare la rabbia per la sua condizione. E così è stato. Si è quindi convinto del contributo che il Cammino può dare alla formazione e al consolidamento del carattere, dell’aiuto che si può ricevere per il superamento dei problemi personali e di relazione. Allo stesso tempo si è reso conto che la maggior parte delle strutture erano inaccessibili a disabili o a persone con difficoltà di varia natura.

Da questa consapevolezza è quindi maturato il progetto di creare una guida che offrisse tutte le informazioni necessarie a far sì che anche le persone con disabilità potessero realizzare l’esperienza del cammino di Santiago, nel rispetto delle loro esigenze.

Il progetto, basato sul lavoro gratuito di un gruppo di volontari appassionati del Cammino e coordinati dallo stesso Pietro, non ha sponsor né finanziamenti ma soltanto donazioni individuali ed è sostenuto da:
Free Wheels Onlus, associazione di utilità sociale senza fini di lucro che ha lo scopo di divulgare, sensibilizzare e dare vita a iniziative in grado di abbattere le barriere sia mentali che fisiche verso le persone con disabilità e Terre di Mezzo, principale editore in Italia delle guide dei Cammini, laici e religiosi, pubblicati all’interno della collana “Percorsi”.

LA GUIDA “SANTIAGO PER TUTTI”

La guida in forma cartacea descrive, con

image

mappe dettagliate, tre percorsi:
– il primo, corrispondente al cammino classico, segnato con le frecce gialle.
– un secondo, su strade asfaltate, adatto a chi si muove con handbike o ausili simili.
– un ultimo percorso misto, comprendente sterrati, utilizzabile da chi si muove con carrozzine manuali, carrozzine elettriche, ecc.

Censite e segnalate tutte le strutture ricettive (albergues, hostales, pensiones, hoteles, ecc.) lungo il cammino per verificarne l’effettiva accessibilità da parte di disabili e permettere così ad ognuno di scegliere la struttura più adatta per ogni specifica esigenza.

Individuate e geolocalizzate le strutture e i servizi di ausilio principali (fontane, bar, ristoranti, farmacie, supermercati, ambulatori medici, ospedali, officine ortopediche, podologi, fisioterapisti, ecc.).
Disponibili le tracce GPS dei tre percorsi, complete dei waypoint delle strutture censite. (ndr: i waypoint sono i punti geolocalizzati sulla mappa delle strutture con foto dell’entrata).
(mountainblog.it)

di Giovanni Cupidi

La settimana in Parlamento. Autismo, Disabilità e malattie rare

Standard

Nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle malattie rare si terrà l’audizione del sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo. Previste anche interrogazioni su nuovo sistema informativo Aifa e sui migranti. Giovedì Parlamento in seduta comune per elezione di due giudici costituzionali.

Il Senato riprende la sua attività martedì. In questa settimana prosegue l’esame del Ddl n. 859 e connessi – Norme penali sull’omicidio stradale, del Ddl n. 1678 – Delega recepimento direttive appalti e concessioni (Voto finale con la presenza del numero legale). Inoltre saranno all’esame anche il Ddl n. 112 – Responsabilità disciplinare dei magistrati e il Ddl n. 1259 – Delega per la riforma dei confidi (Voto finale con la presenza del numero legale)
Il Parlamento sarà convocato in seduta comune nel pomeriggio di giovedì 11 giugno per la votazione relativa all’elezione di due giudici della Corte costituzionale.

La Camera dei deputati apre lunedì con la discussione generale del disegno di legge Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2014; del testo unificato; Modifiche al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285; discussione generale della mozione n. 1-719 concernente iniziative in materia di trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso; delle mozioni n. 1-869 e 1-877 concernenti iniziative in materia di circolazione del denaro contante.

Martedì 9, mercoledì 10 e giovedì 11 giugno con eventuale prosecuzione nella giornata di venerdì 12 giugno esame del disegno di legge (C. 2977-A) Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2014; del testo unificato (C. 423 e abb.) Modifiche al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285; discussione generale della mozione n. 1-719 concernente iniziative in materia di trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso; delle mozioni n. 1-869 e 1-877 concernenti iniziative in materia di circolazione del denaro contante.
 
Giovedì 11 giugno discussione generale del disegno di legge (C. 3104) di conversione del decreto-legge n.51/2015 -Disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, di sostegno alle imprese agricole colpite da eventi di carattere eccezionale e di razionalizzazione delle strutture ministeriali.
 
Sempre giovedì alle ore 15, è convocato il Parlamento in seduta comune per l’elezione di due giudici della Corte costituzionale (per il primo di essi si tratta del ventitreesimo scrutinio – maggioranza dei 3/5 dei componenti – mentre per il secondo si tratta del secondo scrutinio – maggioranza dei 2/3 dei componenti). Martedì avrà luogo lo svolgimento di interpellanze e interrogazioni mentre mercoledì  avrà luogo lo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (question time). Venerdì avrà luogo lo svolgimento di interpellanze urgenti
 
La Commissione Affari sociali, in sede referente, proseguirà l’esame dei seguenti provvedimenti: testo unificato sulle Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone affette da disabilità grave prive del sostegno familiare; proposte di legge sulle Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie.
In sede di indagine conoscitiva sulle malattie rare, svolgerà l’audizione del sottosegretario di Stato per la salute, Vito De Filippo.
La Commissione, poi, svolgerà le seguenti interrogazioni: Lorefice: Istituzione di un registro nazionale e di un osservatorio sulla endometriosi; Capelli: Valutazione della funzionalità dell’Ospedale di Giarre (CT).
In sede consultiva, per il parere alla XIV Commissione Politiche dell’Unione europea, proseguirà l’esame congiunto del disegno di legge sulla Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014 e della Relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea relativa all’anno 2014; per il parere alle Commissioni riunite II Giustizia e III Affari esteri inizierà l’esame del disegno di legge sulla Ratifica ed esecuzione della Convenzione sulla competenza, la legge applicabile, il riconoscimento, l’esecuzione e la cooperazione in materia di responsabilità genitoriale e di misure di protezione dei minori, fatta all’Aja il 19 ottobre 1996.
 
La commissione Igiene e Sanità torna al lavoro martedì con l’esame in sede consultiva del Ddl 1934 (Riforma del sistema nazionale di istruzione), approvato dalla Camera dei deputati – Parere alla 7a – Rel. Romano. L’esame proseguirà anche mercoledì dov’è fissata anche la proposta di relazione, ai sensi dell’articolo 50, comma 1 del Regolamento, sullo stato e sulle prospettive del Servizio sanitario nazionale, nell’ottica della sostenibilità del sistema e della garanzia dei principi di universalità, solidarietà ed equità – Relatori D’Ambrosio Lettieri e Nerina Dirindin
 
Giovedì si terranno le interrogazioni della senatrice Dirindin ed altri, sulla criticità del nuovo sistema informativo adottato dall’AIFA; del senatore Ruta, sulla presenza di un presidio ospedaliero DEA di II livello in Molise e della senatrice Rizzotti ed altri, sulla adozione di misure per fronteggiare malattie infettive veicolate dai flussi migratori.
(quotidianosanità.it)

di Giovanni Cupidi

Lamezia Comics… dal divertimento al sociale, dall’Etnacomics alla giornata della disabilità

Standard

I ragazzi dell’associazione culturale AttivaMente sono tornati dall’Etna Comics di Catania con un bagaglio pieno di soddisfazioni e felicità per i tanti amici ritrovati ed i nuovi conosciuti

I ragazzi dell’associazione culturale AttivaMente sono tornati dall’Etna Comics di Catania con un bagaglio pieno di soddisfazioni e felicità per i tanti amici ritrovati ed i nuovi conosciuti. Molti dei protagonisti nelle passate edizioni del Lamezia Comics & Co, infatti, sono passati dall’associazione per un saluto, sviluppare nuove idee e confermare la loro presenza anche alla prossima fiera del fumetto che, ricordiamo, si svolgerà nella città della piana dall’11 al 13 Settembre. Tante le persone che si sono soffermate allo stand per chiedere informazioni, prendere gadget e disegni o semplicemente per fare una foto insieme agli organizzatori della rassegna calabrese che ormai ha trovato una sua collocazione a livello nazionale tra le fiere del settore. Proseguono, dunque, senza sosta i preparativi di quella che sarà la VII edizione del Lamezia Comics & Co… senza, però, dimenticare l’impegno per il sociale. I fumetti, infatti, sono un linguaggio, il più efficace per arrivare ai giovani e giovanissimi e per tal motivo vengono sempre di più utilizzati per veicolare messaggi culturali ed educativi. Così hanno fatto Pietro Vanessi e Tullio Boi curatori del progetto Disabill Kill che lo stesso Boi definisce “un dizionario semi-serio per sorridere nella disabilità, trattata dalla A alla Z in modo ironico ma mai tragico. Una raccolta di vignette e testi per divertire e far riflettere, per sensibilizzare su argomenti importanti come l’autismo, la cecità, la sordità, il coma”. Le principali tavole di questo fumetto sono state le protagoniste della mostra allestita dai ragazzi di AttivaMente all’interno della “Giornata delle Dis-Abilità “, promossa dal Gruppo Scout Lamezia Terme 6 in collaborazione a diverse associazioni. La giornata aveva lo scopo di sensibilizzare la popolazione verso la disabilità attraverso momenti di gioco e di riflessione a cui hanno dato il proprio contributo anche gli organizzatori della fiera del fumetto con il loro stand pieno di colori, disegni divertenti ma anche illustrazioni che hanno dato da pensare ai tanti visitatori, strappandogli, alle volte, un sorriso amaro sulla dis-abilità.
(strettoweb.com)

di Giovanni Cupidi

È italiano il primo GP al mondo effettuato con carrozzine elettriche

Standard

image

Si è svolto nel varesotto il Grand Prix Duchenne, gara che ha visto protagonisti persone con distrofia muscolari. L’organizzatore Michele Sanguine, trentenne con Duchenne: “E’ stato un grande successo. Progetto da replicare”

«Noi, ragazzi con la distrofia di Duchenne possiamo fare poche cose, una di queste è guidare: perché abbiamo un potente mezzo a nostra disposizione che ci permette di muoverci, di correre, di schivare gli ostacoli. Siamo guidatori professionisti, più di un pilota o di un agente di commercio, tutti i giorni sulla nostra carrozzina elettrica!», dice Michele Sanguine, 30 anni, di Gallarate (Varese), una laurea in Giurisprudenza e organizzatore del Grand Prix Duchenne.

Il 5 giugno 2015 nel Kartodromo di Cassano Magnago (Varese), si è svolta la prima competizione al mondo che ha visto partecipare tredici concorrenti con distrofia di Duchenne, dai 15 ai 50 anni. Michele, anche lui con malattia neuromuscolare, ha coinvolto nel progetto le maggiori associazioni nazionali di persone che convivono con questa invalidante patologia genetica che colpisce solo gli uomini: Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) e Parent Project, ma anche Telethon, la principale charityitaliana che si occupa della ricerca scientifica su questa grave patologia, e il Centro Dino Ferrari, situato presso l’istituto di clinica neurologica dell’Università degli Studi di Milano.

L’idea di organizzare un evento del genere nasce dalla voglia di rendereprotagonisti tutte quelle persone che, solitamente, rimangono spettatori, quasi confinati -senza volerlo- ai margini della società. “Sin da piccolo – rivela il giovane organizzatore – ho sempre amato giocare e desiderato guidare ogni tipo di mezzo. L’evento si è rivelato un grande successo per tutti noi: persone con distrofia muscolare ma anche familiari e tanti amici. Sonoemozionato – racconta Michele – perché in soli due mesi, con uno staffcomposto quasi esclusivamente da giovani volontari, siamo riusciti a ottenere un risultato fantastico“.

Al termine del Grand Prix Duchenne, sul podio si sono posizionati in ordine di arrivo: Alberto Masini di Vigevano, Stefan Vokkri di Milano eDavide Lione di Torino, tutti premiati dal sindaco di Cassano Magnago Nicola Poliseno. “Sono emozionato – dice Michele – perché abbiamo realizzato una cosa completamente inedita al mondo e spero che questa idea dia il via a molti altri progetti simili. Lo scopo che ci siamo prefissati è di creare un momento di puro divertimento“, al di là di ogni barriera fisica e mentale.
(ilfattoquotidiano.it)

di Giovanni Cupidi

Disabilità, disegni di tutto il mondo: 1.500 opere arrivate all’Onu

Standard

Grande successo per la campagna #DrawDisability, lanciata dalle Nazioni Unite. I disegni sono stati esposti già in Corea e saranno in mostra a New York, dal 9 all’11 giugno, alla Conferenza degli stati della Convenzione Onu. C’è tempo fino al 15 luglio

Quasi 1.500 disegni per raccontare la disabilità, vista dai bambini e dai ragazzi: grande successo per la campagna “#DrawDisability”, lanciata nel dicembre scorso dalle Nazioni Unite (Prima iniziativa di Educazione globale del Segretariato generale, insieme a Osservatorio globale per l’inclusione). Un vero e proprio progetto artistico, oltre che un modo per incoraggiare il dialogo e incrementare la consapevolezza sulla disabilità e le tematiche a questa collegate, tra studenti e insegnanti. 

I bambini e i ragazzi di tutte le scuole del mondo, dalle elementari alle superiori (6-17 anni), sono stati invitati a rappresentare attraverso il disegno la disabilità, motoria, intellettiva o sensoriale. E in tanti hanno finora risposto all’invito, che è aperto fino al 15 luglio. Circa 750 disegni sono arrivati, fino ad oggi, dai bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni e pochi di meno dai ragazzi più grandi. I primi disegni sono stati esposti nei giorni scorsi, ad Incheon, in Corea del Sud, durante il World education forum, mentre la seconda esposizione avverrà a New York, dal 9 all’11 giugno, in occasione della Conferenza degli Stati parte della Convenzione. Dopo il 15 luglio, inizierà la selezione di tutti i disegni pervenuti: le 30 opere finaliste saranno esposte durante la 70a Assemblea generale delle Nazioni Unite. 

 “Il punto di vista dei bambini – spiegano i promotori – può mettere in evidenza le difficoltà e le sfide, così come i risultati e i successi che le persone con disabilità hanno incontrato e raggiunto nelle proprie comunità. Ci si aspetta che i disegni attivino ulteriori discussioni sull’inclusione delle persone con disabilità nelle diverse parti del mondo”. 

DRAWDISABILITY EXIBITION – VIDEO

Punto di riferimento e ispirazione della campagna è la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, rispetto alla quale, evidenziano i promotori, “molto resta ancora da fare. Tante persone con disabilità – spiegano – non hanno ancora la possibilità di far valere i propri diritti umani fondamentali, tra cui quello all’istruzione”. Ci sono infatti 58 milioni di bambini che non hanno accesso alla scuola: e la disabilità è una delle ragioni di questa esclusione. Le società devono creare un ambiente inclusivo e accogliente e sviluppare i valori della tolleranza, dell’empatia e del rispetto- spiegano gli organizzatori – Un modo per portare avanti questa prospettiva è quello di coinvolgere attivamente la comunità scolastica ricorrendo a una forma creativa di espressione, come l’arte del disegno. Se i bambini e i giovani sono informati e motivati rispetto al tema della disabilità, le loro percezioni e le azioni saranno in grado di cambiare la vita di milioni di persone, soprattutto di quelle con disabilità in tutto il mondo, sfidando stereotipi e atteggiamenti radicati . L’arte – concludono i promotori – è uno strumento narrativo per il cambiamento sociale”.Tutti i disegni sono pubblicati nel sito dedicato all’iniziativa.
(redattoresociale.it)

di Giovanni Cupidi